Lettera dei giovani comunisti ucraini

pcu-Ucraina

Cari compagni,
Vi stiamo scrivendo a proposito degli eventi di Kiev e dell’Ucraina intera degli ultimi 3 mesi.
22 anni fa cadde l’USSR e, ad oggi, il potere è in mani capitaliste. In questi anni si sono formati due gruppi capitalisti che, arrivati al potere, hanno impoverito la gente e distrutto la scienza, l’industria, eliminato quasi totalmente i diritti stabiliti dai Soviet per tutti come la sanità pubblica e l’abitazione a prezzi accessibili per tutti. Questo potere neo-capitalista non solo non è segnato da un’espansione economica, ma è anche caratterizzato dalla distruzione della sicurezza sociale, da una grande corruzione e dal mancato rispetto delle leggi, a cui si aggiunge l’anticomunismo espresso nella distorsione della storia dei Soviet e nella persecuzione dei comunisti e dei membri del Komsomol.
Il Capitale ha nutrito e portato alla luce il Neo-Nazismo. Quest’ideologia inumana è professata da dozzine di organizzazioni di destra.
La più importante di esse, il partito delle «Libertà», è arrivata anche in Parlamento.
Quanto accade oggi a Kiev è una lotta fra due oligarchie che combattono per la presidenza nel 2015.
Molti media europei, invece, la presentano come una lotta del popolo ucraino, ma ciò è falso.
Il primo gruppo è un gruppo «occidentalizzato», professante i valori dell’imperialismo e del capitale estero ed è rappresentato dai partiti «Svoboda», «Udar» e “Ob’jednana opozitsij»
L’altro è un gruppo di capitalisti nazionali. Il risultati di questo confronto aperto, durante le provocazioni che hanno avuto luogo a Kiev questo gruppo è apparso come una vittima.

Attraverso il fallimento delle autorità in molte regioni, gli estremisti di destra hanno cominciato ad occupare sedi governative instaurandovi forme di governo alternativo, di cui una delle prime decisioni è stata quella di mettere fuorilegge il Partito Comunista.
Stanno distruggendo tutti i monumenti di Lenin e degli altri rivoluzionari dei Soviet. L’ambasciatore statunitense, insieme a quelli Europei, sta ignorando tutte le regole e mostra apertamente il suo supporto anche inviando delle cellule per destabilizzare ulteriormente il paese; e non badano né a spese, né ad informazioni e grazie a tutto ciò, si stanno rinvigorendo l’anticomunismo ed il neonazismo.

L’unico soggetto a soffrire in questo scontro fra clan è il popolo ucraino. Vogliamo dirvi che i Comunisti e il Komsomol non cederanno. In molte regioni stiamo formando gruppi di Resistenza Popolare che hanno bisogno di chiunque condivida i principi dell’antifascismo, della solidarietà e della giustizia sociale, che siano disponibili anche a difendere sé stessi, le loro famiglie e le loro città.
Ma allo stesso tempo abbiamo bisogno anche del vostro supporto, ve ne saremo molto grati e riconoscenti, se potete fare nei vostri paesi adesioni adeguate al gruppo, spiegate quanto scritto al pubblico, e se possibile, fate azioni di solidarietà verso il popolo ucraino, protestando con forza contro l’intervento dell’occidente negli affari interni Ucraini e del suo appoggio al neonazismo.
Ogni modalità di supporto è estremamente importante.
Con una speranza sincera di cooperazione.

Il comitato centrale del Komsomol – Giovani Comunisti ucraina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...