Giustizia e verità per Stefano Cucchi!

Pretendevamo verità e giustizia. Abbiamo ricevuto il pugno in faccia dell’assoluzione degli agenti della polizia penitenziaria. Ancora una volta lo Stato copre i propri assassinii e conferma che se hai una divisa addosso puoi torturare, violentare e uccidere. Un abbraccio forte a Ilaria, donna coraggiosa.

 Immagine

 

”Non mi uccise la morte ma due guardie bigotte mi cercarono l’anima a forza di botte.” (Un blasfemo – Fabrizio De André)
In memoria di Stefano Chucchi, assassinato dallo Stato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...