ROMPERE IL MURO DELL’INDIFFERENZA CIRCA LA CONDIZIONE DEI MALATI TERMINALI

Giriamo un comunicato dei Giovani Comunisti di Terni, dopo un anno di mobilitazione e costante lavoro su una tematica particolarmente importante.

I Giovani Comunisti di Terni hanno coltivato a canapa tessile tutti i maggiori parchi pubblici della città di Terni.
Tale modalità d’azione è stata scelta per tentare di parlare ai nostri concittadini delle opportunità legate all’utilizzo dei farmaci cannabinoidi non solo a scopi terapeutici ma anche a scopi di ricerca farmacologica e diffusione informativa che possa far riassorbire il pregiudizio e la mala-informazione che certi poteri in questo paese hanno sempre coperto.

Ogni anno in Italia centinaia di migliaia di persone perdono la vita a causa dell’insorgenza di malattie neoplastiche o fortemente degenerative. questa condizione di dolore e di intollerabile invisibilità si somma alla troppo spesso assente garanzia della dignità del malato e del cittadino, esigibile attraverso il diritto alla scelta della cura come recitato nell’ art 32 della nostra Costituzione

La reale condizione dei pazienti affetti da tali patologie si inquadra nell’universo delle terapie costosissime e sintetiche che rendono la condizione terminale ancor più degradante, e completamente dipendente non solo dai monopoli farmaceutici ma anche dalle tendenze etico-culturali della maggior parte dei medici assistenti che per scelta non solo non prescrivono farmaci che il nostro ordinamento prevederebbe, ma troppo spesso evitano di fornire informazioni su tali opportunità di accesso alla cura.

Intendiamo così rompere il muro di indifferenza che copre all’opinione pubblica la condizione del malato terminale aprendo un dibattito sulla città circa il ruolo delle cure palliative nel nostro paese e l’importanza che l’utilizzo di farmaci cannabinoidi potrebbe porre in essere tanto sul terreno dell’assistenza medica quanto sul tema della ricerca scientifica, storicamente subordinata agli esclusivi interessi di profitto (e non di salute) delle industrie farmaceutiche, e alla speculazione che sulla pelle dei malati viene fatta da tali gruppi industriali.

Intendiamo in questo senso contribuire alla fioritura di un dibattito regionale già ottimamente partito con la presentazione presso il consiglio regionale della proposta di legge a firma del consigliere Stufara per l’utilizzo anche nella nostra Regione di tali sostanze. Lo abbiamo fatto con un atto forte, che parla direttamente alla città, piantando nei nostri parchi pubblici sementi di canapa indiana da utilizzo tessile, priva di principio attivo (thc) per riportare nel nostro territorio quella che crediamo una battaglia di civiltà legata ad una sostanza che storicamente al servizio dell’uomo e del suo benessere, per aprire un dibattito largo su un tema troppo spesso dimenticato.

GIOVANI COMUNISTI TERNI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...