Lecco, 7 Marzo ’44


“Nel marzo ’44 erano in corso in diverse città d’Italia scioperi di importanti fabbriche contro la guerra, il fascismo, il nazismo e per chiedere miglioramenti nella distribuzione annonaria, nei salari, nelle questioni aziendali.
A Lecco il 7 marzo 1944, alle 10 del mattino, al suono della sirena (la prova quotidiana di allarme aereo) i lavoratori della Rocco Bonaiti, della Badoni, della File, del Caleotto-Arlenico e di altre di minore importanza incrociavano le braccia per due ore. Nelle citate fabbriche lo sciopero ebbe un successo totale, larghi addentellati nelle fabbriche minori e della vallata.
Cessato lo sciopero nelle altre aziende, esso continuava alla Rocco Bonaiti inquanto i lavoratori ritenevano di dover intensificare l’azione per ottenere miglioramenti aziendali.
Verso le 14.20 piombano in fabbrica gruppi armati di fascisti, con mitra e bombe a mano. Provenivano da Como, chiamati da qualcuno della direzione. Costringono i lavoratori a radunarsi sul piazzale, chiedono chi siano stati gli organizzatori dell’agitazione. Arrestano 24 uomini e 5 donne, e forniti dalla direzione aziendale di una lunga corda, legano gli operai facendoli sfilare per le vie di Lecco.”


Ricostruzione di Giovanni Riva, segretario della Camera del Lavoro di Lecco dal 1962 al 1967


Quei lavoratori saranno poi deportati ad Auschwitz, e solo due di essi potranno tornare per raccontare i suoi orrori. In totale saranno circa 12.000 gli operai accusati dal regime fascista di aver organizzato il boicottaggio della produzione bellica e che furono deportati e fatti morire. Ad essi aggiungiamo tutti i combattenti caduti nel corso della guerriglia partigiana e delle azioni di boicottaggio in città, ed avremo un’idea del prezzo di sangue pagato dalla classe operaia di questo paese.


Molto probabilmente credevano, pagando quel prezzo, di conquistare un futuro diverso e molto migliore di questo in cui, oggi, ci troviamo a vivere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...