A Brescia, 4 lavoratori immigrati su una gru di 35 metri chiedono giustizia. Berlusconi telefoni in questura anche per loro

Roma – «Sono rimasti in 4, dei nove che avevano iniziato sabato pomeriggio, a Brescia, rinchiusi nella cabina di una gru, sospesi nel maltempo a 35 metri di altezza. Sono lavoratori immigrati, in rappresentanza dei tanti e delle tante che hanno fatto regolare richiesta di sanatoria e la cui domanda è stata respinta o per una truffa operata dai datori di lavoro o per antichi provvedimenti di espulsione. Manifestano da un mese per ottenere un tavolo di discussione, hanno ottenuto solo bastonate sabato e lo sgombero di un loro presidio. Hanno scelto una forma estrema di protesta, per chiedere l’attenzione dei media e delle autorità. Berlusconi telefoni in questura anche per loro, che hanno tutto il diritto di ottenere il permesso di soggiorno». E’ la dichiaraziomene di Paolo Ferrero segretario del Prc e portavoce della Federazione della Sinistra in merito alla vicenda degli immigrati di Brescia saliti su di una gru per protesta.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...