Risposte a LEGAMBIENTE: difesa del terriotri, no al nucleare, turismo e cultura accessibili

In riferimento alla vostre domande, come candidati provinciali di Lecco per la regione Lombardia, qual’ora eletti ci impegniamo a portare avanti, con coerenza, passione e determinazione, le questioni di seguito riportate.

Naturalmente riceverete da chiunque  promesse e buoni propositi, a voi l’attenzione di analizzare, ricordare chi in questi ultimi anni si è battuto, senza collusioni con i poteri forti dei tondini e del cemento, per l’acqua pubblica, per una Lombardia ambientalista, più sana e pulita, oltre che solidale, del lavoro e dei diritti civili.

Riteniamo di fondamentale importanza contrastare, senza se e senza ma, la cementificazione selvaggia e la speculazione edilizia che si sta registrando in tutta Italia, Lombardia compresa; la nostra regione ha una terra sempre più in svendita e sotto assedio: nuovi cantieri spuntano ovunque, senza risparmiare parchi e zone protette; queste nuove costruzioni, molte volte, sono degli enormi sprechi, basti osservare il numero elevato di capannoni inutilizzate o di case sfitte!

Occorre una politica totalmente differente, invertire la rotta e dire STOP al consumo di suolo: anziché grandi opere inutili pensiamo sia utile puntare su piccole opere pubbliche diffuse per una riqualificazione ecologica del patrimonio immobiliare esistente sul nostro territorio.

Puntare quindi sul recupero e sull’autorecupero: il comune di Cassinetta di Lugagnano, in provincia di Milano, che ha attuato una scelta di “consumo territorio zero” è un esempio da seguire, con stesure trasparenti e in collaborazione con i cittadini del PGT.

Per le questioni sopra citate, ci impegniamo affinché il Consiglio Regionale, nel più breve tempo possibile, discuta della vostra proposta depositata in Luglio in Regione: più di 12.000 persone non possono restare inascoltate!

Non smetteremo di lottare contro l’energia nucleare: no al nucleare in Lombardia e ovunque! Già in passato il popolo italiano, tramite referendum, si era detto contrario. Non a caso la Federazione della Sinistra raccoglierà dal mese prossimo firme in tutta Italia contro il nucleare, oltre che altri due referendum contro qualsiasi tentativo di privatizzazione dell’acqua e per l’abrogazione della legge 30 sul lavoro. Contiamo sulla vostra organizzazione per  un forte appoggio per il referendum contro il nucleare. Crediamo, inoltre, sia fondamentale un impegno forte di investimenti pubblici  per le nuove alternative energetiche non  inquinanti e naturali.

Per quanto riguarda la mobilità, siamo convinti del fatto che occorra investire sul trasporto pubblico sostenibile in tutta la Regione. E’ fondamentale migliorare l’attuale condizioni di viaggio dei pendolari, (orari,pulizia,ecc.), con l’introduzione di nuove tratte e un ampliamento delle attuali, sempre su ferro con tragitti tipo metropolitana leggera.

Occorre, inoltre, un piano strategico della mobilità che lasci ai limiti esterni delle città le auto, con parcheggi di interscambio gratuiti dove un sistema coordinato di tram, metropolitane (a Milano) e treni conduca verso il centro. Per quanto riguarda Milano, va attuato il piano delle gronde su ferro, cioùè i collegamenti trasversali tra i paesi dell’ hinterland.

Ci impegneremo, quindi, per un aumento consistente delle piste ciclabili,                                    oltre che  di parcheggi gratuiti nelle vicinanze di stazioni.

E’ importante anche riorganizzare il trasporto lacustre e, nelle aree di gradi e medie città, la possibilità di centri di affitto bici o mezzi elettrici.

Riteniamo doveroso promuovere, anche a fini turistici, il sentiero del viandante , analizzando la possibilità di creare in tutto il percorso una sorta di zona a tutela totale ambientale da qualsiasi nuovo insediamento.

Per quanto riguarda i rifiuti, siamo per il potenziamento della raccolta differenziata con l’ introduzione della raccolta porta a porta dove esistono percorso di inaccessibilità dei mezzi: rifiuti zero, oltre che il cambiamento nell’uso degli imballaggi.

Siamo per un divieto di costruzione di infrastrutture dannose, quali rigassificatori e poli logistici privati (naturalmente occorrerà scontrarsi duramente contro quel partito trasversale, legato ai poteri forti, che spinge per queste opere).

Per il turismo e la cultura siamo convinti che occorra  un turismo più sostenibile economicamente, accessibile a tutti, con nuovi b.b., ostelli e  nuove strutture ricettive di piccola e media grandezza: la nostra provincia non ha bisogno di ecomostri alberghieri da 5 stelle!

Crediamo di straordinaria importanza , inoltre, un piano economico che vada a finanziare a dovere i circuiti ricreativi pubblici, per far si che l’offerta culturale per i giovani sia economica ed accessibile. A questo proposito, allargare ai giovani anche non studenti (molto probabilmente lavoratori precari o simili) gli sconti o gli ingressi gratuiti a mostre, gallerie, spettacoli sarebbe un’ottima cosa.

Per la nostra città, Lecco, siamo contro al porto disegnato dalla vecchia giunta, riteniamo utile un porticciolo solo per piccole e medie imbarcazioni, preferibilmente a vela o a motore elettrico. Siamo altresì convinti che sia utile sviluppare la cultura degli sport lacustri, come canotaggio, pesca e nuoto.

Ringraziando per l’opportunità concessa,

Marcucci Alessandro,

Quinti Walter

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...