Lecco è la provincia con il maggior aumento di Cassa Integrazione in Lombardia

È buona norma all`inizio di ogni anno provare a fare il bilancio dell`anno appena finito. A volte i risultati sono buoni, a volte discreti, a volte negativi, purtroppo il bilancio che vi presentiamo è ancor più che negativo: 19.555.224 ore di cassa integrazione autorizzate dall`Inps nella nostra provincia, nel 2008 erano 1.477.951. Poi vanno aggiunti i mesi della cassa integrazione in deroga, (riguarda soprattutto le piccole e piccolissime aziende, o quelle che hanno già utilizzato la cassa integrazione), qui i numeri si fanno addirittura tragici : nel 2008 le aziende che ne hanno fatto richiesta erano 135, con 435 lavoratori coinvolti e 1.763 mesi utilizzati; nel 2009 le aziende sono diventate 1.104, con 4996 lavoratori e 17.045 mesi autorizzati.

La nostra provincia è quella con la più alta percentuale di aumento di cassa integrazione di tutta la Lombardia, la traduzione di questi numeri è molto semplice, vuol dire che nel 2009 in provincia di Lecco si è perso il lavoro di circa 15.000 persone, sono oltre il 10% della forza lavoro del nostro territorio.

È triste dirlo, ma stiamo parlando dei lavoratori “più fortunati”, infatti, molti altri sono stati licenziati o non hanno visto rinnovato il loro contratto di lavoro, altri ancora, perché precari non hanno diritto a nessun ammortizzatore sociale. Sono numeri, freddi numeri, ma dietro ci sono drammi umani, famiglie senza reddito in grado di garantire una vita dignitosa, giovani senza speranza di costruirsi un futuro degno di questo nome.

Purtroppo il 2010, non si presenta bene, non assistiamo a nessun segnale di miglioramento, di superamento della crisi, altro che “la crisi è finita”, il “peggio è dietro le spalle”, anzi il timore è quello che nei primi mesi del 2010 assisteremo ad un aumento dei licenziamenti. Sono indispensabili interventi a sostegno del reddito e di politica industriale, bisogna ricostruire una identità al nostro territorio che deve, a nostro avviso, mantenere una solida e qualificata prevalenza del settore manifatturiero per evitare di diventare un dormitorio della vicina metropoli.

Alberto Anghileri
Segretario generale Cgil Lecco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...