NESSUNO SPAZIO PER I FASCISTI!!

E’ sempre maggiore l’agibilità politica concessa ai nuovi gruppi della destra xenofoba e razzista; quei gruppi neofascisti, o come si vogliano definire, che fanno dell’uso della violenza, del razzismo e di quella forma di servilismo, qual’è il corporativismo, la loro piattaforma politica.

E’ per questo che presentiamo un appello, lanciato pochi giorni fa da compagni di Rifondazione, altri giovani comunsiti come noi,  perchè in occasione della fiera del Levante, manifestazione culturale rilevante, non sia concesso uno stand all’asscoiazione di estrema destra Casa Pound.

Naturalmente è solo un gesto, un appello, che riassume però ciò che a nostro avviso bisogna seguire contro i nuovi servi fascisti: mai abbassare la guardia, non lasciare nulla al caso, mai mostrarsi indifferenti o poco attenti quando vengono lasciatri spazi politici a chi fa del revisionismo storico e della violenza contro i più deboli una battaglia quotidiana, non lasciamo nulla al caso, continuiamo a ribadire  FUORI I FASCISTI DALLE NOSTRE CITTA’!

Al Presidente della Fiera del Levante
Cosimo LACIRIGNOLA

Gentile Presidente,

la Fiera del Levante “ospita” in un proprio stand una nota organizzazione politica di estrema destra.

Un movimento politico neofascista, nazista, omofobo e razzista che non nasconde la propria “cultura” fatta di violenza e prevaricazione.

Un movimento, basti vedere il loro sito, che nega l’Olocausto, il valore della Costituzione nata dalla Resistenza e che si è reso responsabile di numerose aggressioni ai danni di militanti di sinistra, immigrati, omosessuali e di tutto ciò che ai loro occhi appare diverso.

Ad ottobre scorso si sono resi protagonisti di un’aggressione organizzata ai danni degli studenti dei licei romani che manifestavano in Piazza Navona, e l’episodio è stato testimoniato da giornali e televisioni in maniera inequivocabile, e successivamente sono tristemente saliti agli onori della cronaca per un assalto squadrista alla sede della RAI.

Ci lascia esterefatti che la direzione della Fiera del Levante abbia potuto rendere possibile questa presenza. Ci chiediamo chi sia il responsabile che, con una “svista” ingiustificabile, possa aver dato uno spazio a un movimento non solo lontano dall’idea di Fiera del Levante, ponte tra culture diverse, ma persino dalla Costituzione Italiana.

Chiediamo la chiusura immediata di quello spazio presentato in modo equivoco e strumentale come luogo di promozione socio culturale, e per questo Le consegniamo questo appello

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...