ULTIME DA CUBA

Chi sa qualcosa di quello che accade a Cuba?Quale testata italiana cerca di informare realmente, oggettivamente, di come prosegue l’esperienza socialista in quella minsucola isola che ha sempre tanto preoccupato l’impero statunitense? Proviamoci con poche notizie recenti.

Operati 90.000 ecuadoriani da medici cubani della Missione Miracolo

27.7 – I medici cubani del Missione Miracolo in Ecuador hanno operato fino a oggi nei tre centri oftalmici della Missione Miracolo 90.000 ecuadoriani. Il dottor Hugo Almeida, capo di questa missione in Ecuador, ha sottolineato che il collettivo di 70 specialisti assiste cittadini ecuadoregni, colombiani e peruviani nelle tre cliniche, situate nelle città di Latacunga, nella Sierra, Ballenita, sulla costa, e Machala, nel sud del paese. Dall’inizio dei lavori nel 2006 sono state realizzati 90.000 interventi chirurgici con totale successo, ha puntualizzato Almeida in dichiarazioni a Prensa Latina. Oltre all’Ecuador, sono beneficiati da questa iniziativa, Venezuela, Bolivia, Guatemala, Haiti, Honduras, Panama, Perù, Nicaragua, Paraguay, Uruguay, Suriname, Mali, Angola e Cuba.

Previsto di estendere a tutto il Guatemala la supervisione cubana nell’alfabetizzazione

27.7 – I collaboratori cubani nella campagna di alfabetizzazione prevedono per il 2010 di avere almeno un supervisore in ognuno dei 22 dipartimenti del Guatemala. Tale è la proposta, ma per il momento, gli attuali 25 educatori presenti in 17 territori registrano già 3.046 persone alfabetizzate con il metodo ‘Io sì posso’, elaborato a Cuba. Per la fine di settembre o ai principi del prossimo ottobre l’obiettivo è quello di raggiungere i 5.000 alfabetizzati, dopo l’adozione di questo sistema in modo sperimentale che, se avrà successo, sarà resa generale in una seconda fase.

La crisi economica globale nei temi delle commissioni del Parlamento cubano

29.7 – La crisi economica globale e il suo impatto su Cuba è tra i temi che oggi dibattono i componenti delle 12 commissioni permanenti dell’Assemblea Nazionale del Poder Popular, prima della sua sessione ordinaria di sabato prossimo. Anche i parlamentari del gruppo dei temi economici discuteranno sui piani dell’Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America (ALBA) e sulla proposta della creazione di una moneta virtuale nell’area, denominata SUCRE.  La giornata è previa alle relazioni di giovedì e di venerdì dei Ministeri dell’Agricoltura e dell’Industria Alimentare ai deputati, già nel plenario.

Università medica cubana laurea oltre 100 giovani stranieri

29.7 – Dall’Università delle Scienze Mediche di Cienfuegos nel centro-sud di Cuba escono oggi come professionisti della salute 118 giovani di 32 nazionalità. Il dottor Roberto Baños, rettore dell’università, ha indicato a Prensa Latina che con i diplomi di questo lunedì i laureati ammontano già a 804 stranieri di 53 paesi a partire da 1988. I neo-laureati hanno avuto un incontro con i dirigenti universitari, al quale hanno partecipato anche rappresentanti diplomatici di Belize, Ghana e Uruguay, come pure un gruppo di genitori.

Cuba coopera con vari paesi per controllare la malaria

29.7 – Specialisti del Laboratorio Biologico Farmaceutico (LABIOFAM) di Cuba cooperano con diversi paesi dell’Africa e dell’America del Sud per controllare la malaria, ha sottolineato una notizia della televisione nazionale. Secondo la notizia, Cuba offre un metodo comprovato che a partire dall’impiego di biolarvicidi, combatte la zanzara vettore di detta malattia. Tra i prodotti di questo tipo del LABIOFAM si evidenzia il Bactivec, un liquido in cui vi sono spore del Bacillus thuringiensis. Dati di organismi internazionali indicano che, nonostante sia un’infermità evitabile, in Africa muore oltre il 50 % dei malati di malaria.

I sivigliani elogiano il metodo cubano di alfabetizzazione usato in Europa

29.7 – Centinaia di sivigliani imparano oggi a leggere e a scrivere con il metodo cubano di alfabetizzazione ‘Io sì posso’, applicato per la prima volta nel territorio europeo. È il Terzo Mondo che insegna ora a un paese sviluppato, dove paradossalmente esistono elevati indici di analfabetismo, ha dichiarato a Prensa Latina Francisco Manuel Silva, uno dei promotori della brigata di solidarietà con Cuba ‘Bartolomé de las Casas’. Solo a Siviglia, ha enfatizzato, una città di 704.000 abitanti, vi sono oltre 40.000 analfabeti, è attualmente vi sono in funzione 50 punti di alfabetizzazione che usano la metodologia progettata a Cuba.

Annunci

7 thoughts on “ULTIME DA CUBA

  1. Perchè non avete il coraggio di parlare del fatto che il regime dittariolale di stile fascista a Cuba prevede la PENA DI MORTE per reati di opinione? E gente come voi vorrebbe governare il mio Paese? Vergognatevi, giovani sconfitti dalla storia, difensori di assassini e mascalzoni

  2. E’ una notizia totalmente falsa ed infondata quella della pena di morte per reati d’opinione; occorrerebbe realmente conoscere la situazione di Cuba, senza essere demagogici e strumentali, per cercare di intavolare un discorso un minimo serio e fondato sull’isola caraibica…

  3. Vero, contro vento non si può andare e con signori come Voi la ragion non vale. Cuba è un Paese libero, dove la democrazia esiste e tutti possono dire la propria opinione senza problemi. La pena di morte non esiste, i diritti dell’uomo, soprattotto nelle carceri, è rispettato. Se la pensate così fate pure, ma la realtà dell’isola caraibica è diversa, la famiglia Castro spadroneggia da ben 51 anni e da allora per il popolo cubano mai un’elezione democratica. Forse per voi vale più l’afabetizzazione di massa (un fenomeno lusinghiero per i Caraibi) o la sanità funzionante che la libertà…ma qui siamo in democrazia e TUTTI possono dimostrare le proprie idee. Buona giornata.

  4. Chi dice che nelle carceri non vengono rispettati i diritti dell’uomo??Amnesty o la solita demagogia dell’occidente e dei disinformati anticomunisti???

    Poi noi italianai, abbiamo molto da insegnare: Federico Aldrovandi, Carlo Giuliani e il G8 2001, Aldo Bianzino, Cucchi, ttt i suicidi nelle nostre prigioni, la copertura sistematica agli agenti di polizia che commettono abusi di potere ai danni di compagni e migranti..

    Occorrerebbe leggere, invece, ciò che dice Amnesty o perchè non chiedere all’Oms(Organizzazione mondiale della sanità) quante persone muiono di fame a cuba??

    Provare a confrontarla con Haiti, prima del terremoto, a qualche decina di km, con povertà, vera e propria schiavitù, beni comuni e maggior parte dell’aziende in mano a multinazionali americane..

    Naturalmente non si vuole fare di CUba un paradiso terrestre: avrà, come tutti i paesi del mondo, alcuni difetti o contraddizioni, ma voglio ancora considerare Cuba, piccola isola dei caraibi, come modello e laboratorio di alternativa ad un sistema capitalista ed iperliberista dove in nome del profitto si licenzia, si sfruttano le persone e si distrugge l’ambiente,oltre che un simbolo di lotta all’imperialismo americano, una popolazione che rifiuta di essere il giaridno di casa degli Yankee e che per questo sta subendo un embargo economico ignobile..

    Ale

  5. Ieri, 24 febbraio 2010, in un Pese dove una vergognosa tirannia domina è morto il signor Orlando Zapata Tamayo di 42 anni. E’ morto in seguito allo sciopero della fame che, come tante nobili persone, ha attuato in segno di protesta per il disumano trattamento subito nelle carceri del Paese caraibico. Il signor Oralndo Zapata Tamayo doveva scontare ben 35 anni di duro carcere per una serie di reati, tra cui offendere la figura del cosidetto ”leader maximo”, il fascista che, emulo di Mussolini, governa Cuba dal 1959 con una ferrea dittatura, fatta di Tribunali Speciali e di altri orrori contro la umana dignità e la possibilità di dissenso.Amnisty International si batte da anni contro il trattamento disumano che determinati governi fanno subire ai dissidenti (non mi risulta che il sig. Giuliani sia morto in carcere, ma mentre attaccava un mezzo dello Stato. Rendo omaggio all’Eroe Zapata Orlando e vi ringrazio dell’opportunità che mi offrite nel poter parlare e dissentire, democraticamente, con la Vostra Idea. Buona serata.

  6. Dispiace per quella morte.
    Potremmo però stare ore a elencare i suicidi nelle carceri italiane, a quei morti, come stefano Cucchi, ALdrovandi e Bianzino..
    questo per dire che , purtroppo, accadono in ttt i paesi del mondo queste disgrazie-ingiustizie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...