POZZI DI PETROLIO in provincia di Lecco?? NO, grazie!!!

La “Po Valley”, azienda petrolifera australiana, sta richiedendo di scavare un pozzo di petrolio nel cuore del Parco Regionale di Montevecchia e della Valle del Curone, vale a dire perforazioni devastatnti negate persino all’Eni qualche anno fa.
Ora il Ministro Scajola ha dato l’ok a nome del Governo.

Il Meratese rischia dunque di cadere nel baratro dell’abuso ecologico e della razzia energetica delle multinazionali. Non possiamo permettere che aree di pregio ambientale come il Parco del Curone vengano cedute al mercato della speculazione petrolifera!!!
“Questa non è una questione politica: questa è una questione che deve vedere in prima linea chi ama il proprio territorio, le proprie radici, sia esso di sinistra, di centro, di destra.”
Giovanni Zardoni – Insieme per Cernusco

Noi Giovani Comunisti siamo sempre stati in prima linea nella lotta contro lo sfruttamento indiscriminato delle risorse del nostro pianeta, per uno sviluppo sostenibile e per la preservazione dei beni ecologici e ambientali; ma dov’è la Lega con i suoi proclami autonomisti?? Dove sono i paladini del Nord??

Siedono al tavolo delle trattative dalla parte dei trivellatori e dei saccheggiatori del nostro futuro!!!!

MOBILITIAMOCI PER IL DOMANI DEL NOSTRO TERRITORIO

Annunci

One thought on “POZZI DI PETROLIO in provincia di Lecco?? NO, grazie!!!

  1. Almeno l`uspicio
    Visto che nella vicenda Po valley sembra urgente ed indispensabile un intervento della cittadinanza a iniziare da quella più prossima al parco del Curone per farsi ascoltare e soprattutto per farsi capire – visto che gli Enti locali malgrado la sinergia e l`impegno sono stati vergognosamente dal Governo e da Scajola scavalcati – l`esempio della mobilitazione trasversale degli abitanti della Val di Susa per NO TAV e di Vicenza per No Molin dovrebbe tornar buona.

    Coordinamento, occupazione, sensibilizzazione, denuncia, resistenza passiva e acquisto diffuso e collettivo simbolico dei terreni. Ci si conta e ci si vede da quale parte del pozzo si sta.
    Poi le posizioni di Zardoni e del Sindaco di Rovagnate Panzeri,
    sulla vicenda Po Valley sono molto più credibili
    di quelle del Popolo della libertà e della LEGA locali.
    Queste ultime due siedono al Governo
    e da tempo la tutela ambientale l’hanno messa nel cassetto.
    Ma anche sorvolando su questo aspetto
    restando apprezzabile – potevano fare dichiarazioni diverse? – i pronunciamenti di Bodega e compagnia cantante di queste ultime ore, si dimostra, con l’autorizzazione di Scajola che il terreno lì al governo è fertile per permettere i disastri, mancando la sensibilità ecologista.

    e soprattutto che poco contano i leghisti che nemmeno su questioni di un loro territorio d’influenza
    i ministri sentono la necessità di informarli e loro di pretendere di essere informati preventivamente.

    La qeustione delle trivellazioni non era un fatto sconosciuto.
    O forse sapevano e speravano solo che la notizia passasse inosservata

    Comunque loro ora sostengano le istanze che da tempo i comunisti, Panzeri, Zardoni, ed altri stanno portando avanti per il parco del Curone anche se, mi sembra evidente, per questo la Lega e il centrodestra non miritino neppure un voto
    e neppure lo possano chiedere

    paolo
    esserevento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...