circolo Arci di Osnago vigliaccamente devastato

La notizia è di oggi, nella notte di martedì 24 febbraio il circolo Arci La Locomotiva di Osnago ha subito un vergognoso raid teppistico, conclusosi con il furto di materiale di consumo e danni alla struttura per alcune migliaia di euro.

Sono ancora sconosciuti i responsabili, anche se non è del tutto da escludersi la matrice politica.

Noi Giovani Comunisti di Lecco esprimiamo tutta la nostra solidarietà agli amici e compagni del circolo Arci La Locomotiva, che hanno sempre garantito un importante supporto alle nostre iniziative.

Siamo convinti che con la forza delle idee che caratterizza il circolo si saprà ripartire e continuare sulla strada ormai percorsa da già 7 anni.

Inolte invitiamo tutti i compagni GC a partecipare domani giovedì 26 febbraio alle 20.30 alla riunione del Consiglio Direttivo del circolo aperta a tutti i soci, associazioni, partiti e istituzioni, per denunciare il fatto e decidere le iniziative opportune da intraprendere.

hasta siempre!

Annunci

3 thoughts on “circolo Arci di Osnago vigliaccamente devastato

  1. Tempi difficili.

    Lo si è detto tante volte,in vari periodi e contesti storici ma mai come ora sembra davvero di essere giunti al limite.
    Si,ma il limite di cosa ?
    Questo ancora penso e temo che ancora nessun cittadino l’abbia capito veramente,difatti il limite è difficilmente interpretabile ,per un disoccupato è il futuro per un pensionato è la preoccupazione per una vecchiaia serena,per un lavoratore è la fine del mese per uno studente il lavoro per un malato la garanzia di una cura.
    Il problema però sta nel fatto che questi limiti li abbiamo largamente oltrepassati da tempo,nonostante alcuni si ostinino a dire che tutto è sotto controllo….
    Tanto sotto controllo che la situazione non solo è sfuggita di mano agli oligarchi di turno ma è diventata tra l’altro irreversibile.
    Insomma,il nocciolo della questione è :siamo stati attaccati,il cittadino in primis nella sua dignità,ma chi si capacita veramente oltre noi?

    Sembriamo ormai troppo spesso e da troppo tempo gli unici ad esserci accorti che le cose non funzionano,oddio,non soltanto noi,certo,anche le classi dirigenti dell’opposizione forse si sono accorti di qualcosa,ma ancora troppo indecisi nel voler riconoscere i sintomi….
    Non lo so se il termine sia giusto ma credo sia opportuno con le dovute pecauzioni chiamare questo periodo delicato predittatura .
    Le mie paure si materializzano di giorno in giorno , non dimentichiamo che i regimi peggiori si sono sempre instaurati ne totale consenso in periodi di scarsa partecipazione sociale e politica oltre che in disagiati contesti economici nei vari decenni della storia.
    E problema ancora più pesante è la questione memoria e “a volte ritornano”.
    Per concludere ,non sono ottimista e ho scarsa fiducia nella popolazione italiana troppo abituata a delegare prima per essere manipolata dopo,a noi quindi il difficile compito di emancipare il prossimo ,informare gli anelli deboli della catena affinchè possano consapevolizzarsi e rendersi più responsabili di fronte al proprio futuro e quello degli altri,visto che siamo nonostante tutto ancora una società.

    Confido in tutti coloro che possano rendere migliore questa difficile e complessa nazione chiamata Italia.

    Ciao Jacopo

  2. Stanno ritornando, eccome che stanno ritornando… E non solo con commenti provocatori sul nostro blog, ma anche e soprattutto nelle nostre città e nei nostri quartieri. Fanno una grande rabbia, con i loro discorsi violenti, la demagogia, la volontà di tornare in un epoca in cui c’erano solo miseria e paura… E ancora una volta ci tocca subire atti come la disfatta dell’Arci, rimanendo con una tremenda sensazione di non poter subire un solo altro attacco senza lasciarsi andare alla violenza e abbassarsi al loro livello. Non so, mi chiedo cosa sia giusto fare, ma abbiamo la forza del giusto con noi e non possiamo sbagliare. Scusate la tirata retorica, però davvero mi chiedo a che punto si arriverà…
    Saluti, compagni
    Seltra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...