DISTRUGGONO LA SCUOLA..NON RESTIAMO IMMOBILI!!

La scuola Italiana è da molti anni notoriamente in difficoltà: tra tagli, poca valorizzazione degli insegnanti e poca attenzione agli studenti stiamo assistendo ad un lento e continuo degrado di ciò che rappresenta le fondamenta di un paese civile e democratico: la formazione dei cittadini.Pochi laureati, professori malpagati, con il nostro Stato che investe per l’istruzione scolastica il 4,5% del Pil, quando gli altri paesi Industrializzati spendono almeno il 5,9%.Non basta: i paesi Ocse hanno deciso di incrementare del 41% i fondi alla scuola, l’Italia è rimasta al 12%.

A tutto questo giunge lei, Maria Stella Gelmini, ministro dell’Istruzione del governo Berlusconi che sta provando (con ottimi risultati) a peggiorare la situazione; tre le sue “mission”, riassumibili in: premiare il merito (quando lei, bresciana, è andata a Reggio Calabria per passare l’esame da avvocato), abbattere la scuola pubblica e cancellare il ’68, portatore di valori fondamentali come l’uguaglianza e l’eliminazione di gerarchie stilate a seconda del censo e del sesso.

Con un decreto, ignorando quindi la funzione di un Parlamento che dovrebbe fungere per legiferare, la donna forte di Berlusconi, non teme le lotte dei sindacati delle scuole, degli insegnanti e degli studenti (di tutti, perchè è fresca di oggi anche un’occupazione a Roma di genitori di una scuola elementare contro i provvedimenti) e giorno dopo giorno esibisce fiera i tasselli della riforma.

Per gli studenti, i giovani e le ragazze interessate vi riassumiamo i punti salienti, di ciò che senza una forte opposizione sociale, può diventare realtà (non abbiate certo fiducia nell’opposzione parlamentare PD style):

  • maestro unico per le elementari,
  • taglio di 87 mila cattedre e 43 mila di personale scolastico,
  • riduzione del sostegno,
  • spazi gigantechi per la privatizzaione delle scuole (attraverso fondazioni),
  • fra il 2009 e il 2011 ci saranno 7,8 miliardi di tagli solo per l’organico dei docenti,
  • riduzione orario scolastico, sovraffollamento delle classi (30, 35 studenti) a causa dei numerosi tagli,
  • grembiuli per gli studenti e ritorno al voto numerico alle elementari;
  • cancellazione di almeno 2000 plessi scolastici nei comuni minori;

Potrei passare ore a riflettere sui cambiamenti introdotti, ma una sola cosa mi preme sottolineare: con questi tagli, risparmi e aiuti alle scuole private si può notare come la formazione, di base in specie, universale e perciò obbligatoria, diritto-dovere qualificante di ogni democrazia che si rispetti, sia percepita solo come un costo, senza riscontri e senza ritorni: ecco la contraddizione insolubile del liberismo, cioè il primato dell’aspetto economico, su ogni altra dimensione.Perciò oggi assistiamo a tagli nel settore fondamentale per un paese civile; viene seguita una particolare linea politica che, anzichè portare tagli alle spesi militari, ai finanziamenti continui a Confindiustria decide di “risparmiare” sulla scuola, sulla sanità, su ciò che in passto rappresentava lo stato sociale della nostra nazione.

E’ da notare come la Gelmini si spenda spesso nel criticare, condannare duramente il ’68, nome di quella cultura politica e civile che ha creato una speranza in milioni di persone per abbattere definitivamente le piramidi gerarchiche, le disuguaglianze, le caste, le società di censo e di classe. Tutto questo si cerca di eliminare, di spazzare via e la giovane avvocata bresciana ha capito che per procedere verso la Restaurazione si comincia dalla Scuola, per reintrodurre valori come la gerarchia e la selezione, per far prevalere l’iniziativa privata, che potrà fiorire soltanto quando, domani, non ci sarà più una scuola pubblica degna di questo nome. 

Ultimo appunto sul maestro unico: occorre ricordare come la nostra scuola elementare sia una delle migliori nel mondo e come tutto questo possa solo farla tornare alla mediocrità e alla pari del nostro sistema scolastico superiore ed universitario; la questione di un unico insegnante rappresenta, oggi, un argomento culturalmente arcaico e reazionario: attualmente è evidente come la società sia differente da quella di trent’anni fa; ai fini della crescita culturale, intellettuale e demcocratica di ogni ragazzino e ragazzina, è essenziale il confronto con una pluralità di punti di vista, e di formatori e di esperienze, ed è all’oppsoto diutile, se non nocivo un riferimento autoritario. Inoltre si abbasserebbe la qualità dell’istruzione, perchè ci sarebbero insegnanti che da vent’anni insegnano italiano, che dovranno spiegare agli alunni matematica ed inglese. Per non parlare di tutti quelle maestre, donne precarie che resteranno senza lavoro, a cui non può andare chela nostra solidarietà e sostegno nella lotta contro una riforma assurda e sbagliata, che da un definitvo colpo alla scuola pubblica.

Per il rilancio e la difesa della scuola pubblica, di tutti, come giovani comunisti non possiamo che esrimere la nostra netta contrarietà all’idea di riforma della Gelmini; per questo, oltre che esprimere il nostro dissenso, organizzeremo una mobilitazione contro questi provvedimenti, a partire da un assemblea pubblica informativa, per creare partecipazione con tutti gli studenti, dialogare e cercare metodi di lotta che a nostro avviso possono e devono sfociare in una grande manifestazione in difesa della scuola pubblica in ottobre.

A presto, allora, fuori dalle scuole, con tutti gli studenti di sinistra e non, che credono sia fondamentale riprendersi e chiedere un sistema scolastico pubblico all’altezza di un paese civile e democratico, come sosteniamo di essere..

Ale

Annunci

7 thoughts on “DISTRUGGONO LA SCUOLA..NON RESTIAMO IMMOBILI!!

  1. Ciao Bagai
    Volevo dirvi se non avete visto che ieri c’è stata a Milano la manifestazione per il ragazzo ucciso a sprangate, manifestazione che ha visto un grande dispiegamento non solo di italiani, ma anche di molti neri di seconda generazione, che mi sembra non solo una cosa molto romantica (poiché dimostra che quando si hanno obbiettivi e valori comuni tutte le differenze razziali vengono meno) ma anche fondamentale per una lotta unitaria in questo paese agonizzante di intolleranza (e quante divolo se ne stanno sentendo? cazzo, una peggio dell’altra…)
    Per la scuola, che dire… tra tutte le cose quella che trovo assolutamente inconcepibile è che la nostra scuola elementare è sempre stata a livelli di eccellenza in Europa e ora la cara Gelmini (la cara lombarda che si comprò la laurea a Catanzaro) la riporta indietro di trent’anni… cioé proprio assurdo…
    Direi che fa parte di quel mastodontico piano che vuole rimbabirci e farci ignoranti fin dalla più tenera età, piano che pubblicità e mass media stanno portando avanti egregiamente…
    In ogni caso, saluto tutti i compagni!!!
    Gio
    ps. Ale perdona il ritardo ma volevo farti i complimenti come nuovo coordinatore (anche se lo so che non vuoi assolutamente sentirti più in alto degli altri…) visto che non te li ho potuti fare prima visto che un certo RESPONSABILE COMUNICAZIONI che viene alla mia scuola non mi dice quando ci sono le riunioni!
    Ciao

  2. Ciao gio…
    si sentiva la tua mancanza!!
    ti ho scritto un pò di mail xò..
    una proprio ultima sulle novità organizzative sulla questione scuola…
    dai ci si sente..
    ciao….

  3. ma se hai rotto pc e cellulare cm faccio ad avvisarti?!?!?! ti mando i piccioni viaggiatori??? ok ke sei comunista….però anke te fatti vedere, caro TESORIERE…. a proposito di tesoro gio devi assolutamente parlare con la rox o cn qualcuno del circolo di valmadrera, e devi fare un resoconto preciso di quanto abbiamo in cassa…..

    PS bravo ALE x tt qllo ke stai tirando in piedi!!!! scusa se ultimamente sn un po’ in rotardo sulle varie cose, ma sn presissimo cn la scuola!!!!

    hasta siempre!!!
    marco

  4. col circolo di Valmadrera?!
    A responsabbileComunicazionee!!
    quando mai abbiamo parlato del circolo di Valma?

    no, Giò, dovremmo chiacchierarne intraNos..

    se vuoi e puoi, mi trovi venerdì – as usual – all’arci. ciao a tutti!

  5. Ciao bagai
    sempre a parlar di vil danaro…
    no dai scherzo comunque non era quello di Valmadrera, ma quello di Casatenovo vero? per la questione degli euri gentilmente concessi ai gc…
    Comunque rox vedo di riuscire a passare all’arci o su msn ok?
    Ciao a tutti
    Gio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...