Oggiono: 5 ventenni indagati per il rogo al campo nomadi. La polizia sequestra materiale nazi-fascista.

“Questi ragazzi cercavano solamente un pretesto per scatenare la violenza” ha detto il questore Vincenzo Ricciardi. Secondo l’accusa quattro operai e uno studente tra i 21 e i 22 anni (residenti in provincia di Lecco, due di Civate, uno di Brivio, uno di Oggiono e uno di Pescate) sono i responsabili dell’attentato al campo nomadi di Oggiono avvenuto nella notte tra il 9 e il 10 novembre scorso per rivendicare la morte di Giovanna Reggiani avvenuta a Roma per mano di un romeno.
I 4 sono indagati per il rogo al campo nomadi causato dal lancio di quattro bombe molotov, petardi e fumogeni, ma dalle successive indagini è emerso che avrebbero avuto anche l’idea di lanciare razzi ai camion dell’immondizia provenienti da Napoli e diretti al forno inceneritore di Valmadrera.
Gli indagati si sono difesi sostenendo che si trattava semplicemente di uno scherzo, una bravata. Ma a casa di uno di loro, però, la polizia ha trovato diverso materiale di stampo nazi-fascista come libri, magliette, sciarpe con svastiche e altri simboli. Due degli accusati sono stati arrestati – uno in carcere e l’altro agli arresti domiciliari – altri due sono a piede libero.

Parallelamente si è svolta la polemica sulle ordinanze sicuritarie del sindaco di Lecco, volte a eliminare la criminalità rom.
Antonella Faggi (Lega Nord) ha infatti duramente commentato lo stop alla sua ordinanza, che imponeva un reddito minimo e un’abitazione «idonea» per fare domanda di residenza in città, che le è stato imposto dalla magistratura. Il Tar invece ha infatti accettato il ricorso presentato dai sindacati e ha considerato il provvedimento illegittimo, ravvisando contenuti «persino sospetti di intenti discriminatori».
Il sindaco di Lecco ha scelto di ricorrere al Congilio di stato e ha invocato la linea dura del governo: «Quando arriverà il pacchetto sicurezza Berlusconi, altro che quest’ordinanza».

DI FRONTE A QUESTI FATTI VERGOGNOSI NOI CI APPELLIAMO A TUTTA LA CITTADINANZA LECCHESE ANTIFASCISTA PER UNA MOBILITAZIONE GENERALE.

sabato 24 maggio pomeriggio,
in sede di Rifondazione Comunista via Leonardo da Vinci 55 Lecco,
riunione organizzativa per un corteo antifascista con tutte le realtà democratiche e antifasciste della città!


info: m.nebu@hotmail.it

 

Annunci

9 thoughts on “Oggiono: 5 ventenni indagati per il rogo al campo nomadi. La polizia sequestra materiale nazi-fascista.

  1. ciao a tutti,
    vogilo specificare che io conosco uno dei 5 ragazzi e vi garantisco che lui non ha mai fatto niente.ma si è trovato a essere “l’autista” della situazione.
    Sono sicuro di questo perchè sò benissimo quali sono i suoi orientamenti politici e quindi sò, che non avrebbe mai fatto nulla di male in questa vicenda.
    Odio questo accanimento dei media che c’è stato contro di lui e di conseguenza i percoroni che hanno puntato il dito quando non si sapevano le cose.
    pensare che succedono sto cose nella mia zona,
    pensare che sta riaccadento tutto come in passato mi viene solamente da piangere

  2. qndi tu scagioneresti anke i ferrovieri che guidavano i vagoni diretti ad auscwhitz??? sapevano e nn hanno ftt niente per ribellarsi… stessa cosa… delle persone hanno riskiato d morire perkè quel tuo amico ha trasportato dei naziskin, lo fosse pure lui o no, nn fa differenza!!!!

  3. Beh, siamo di fronte all’ennesima espressione della nuova moda: l’incendio dei campi rom. Ovviamente, anche in questo caso, come in molti altri, la coerenza non è virtù propria di questi “neo-piromani”: le violenze esplose nell’ultimo periodo sono state principalmente scatenate dal tentato rapimento della neonata. Ma se i napoletani si sono dimostrati così solidali (anche giustamente) nei confronti della bambina vittima della vicenda, perchè sono andati ad incendiare un campo mettendo a repentaglio la vita di decine di bambini? Evidentemente la risposta è una sola: si è ancora una volta di fronte alla convinzione che un bambino italiano valga di più di un bambino straniero. Per quanto riguarda la vicenda che ci tocca più da vicino dei 5 ragazzi della nostra zona, mi sembra che scagionare l’autista in questo modo mi sembra MOOOLTO riduttivo: mi suona un pò strano il fatto che abbia caricato accidentalmente 4 ragazzi, che questi 4 ragazzi erano accidentalmente armati di fumogeni e petardi, che accidentalmente questi 4 ragazzi hanno iniziato a lanciarli all’interno del campo. E tutto senza che l’autista ne fosse cosciente. Proviamo a guardare in faccia alla realtà. Il ragazzo sapeva ed acconsentiva, altrimenti non avrebbe fatto l’autista. E perciò è da condannare. E purtroppo il pacchetto sicurezza che verrà emanato dall’attuale Governo non aiuterà ad arginare fenomeni del genere.

    Mi scuso per l’intromissione nel sito, non essendo iscritta ai gc. Ma si fronte a certe cose fatico a tener la bocca chiusa.
    Rossi saluti.. 😀

    Alessia

  4. …poveri lavoratori, povera classe lavoratrice, che preferisce prendersela con un nemico più debole, con un diverso invece che prendersela con un padrone che lo munge 6 giorni alla settimana…
    questa deriva neofascista è preoccupante,bisogna essere presenti, il problema rom, immigrazione clandestina esiste, va affrontato e gestito.
    non va lasciato nessuno spazio a buonismi di alcun genere.
    è ormai evidente che le carogne stanno uscendo dalle fogne…
    Gigi

  5. Carissima Alessia sei solo la benvenuta sul nostro blog…
    non occorre affatto essere gc od altro…
    anzi se6 interessata all’argomento, come riportato sopra, sabato 24 maggio noi ci troveremo presso la sede di Rifondazione di Lecco per discuterne e ragionare sul da farsi…è a fianco lo sci-ghezz…
    ciao…

  6. volevo ribattere a”potere del quinto potere”..
    Io non so di quale dei 5 stai parlando,però posso dirti che anche io ne conoscevo uno per il fatto che abita nel mio paese.E c’era da aspettarsela una cosa ai limiti della decenza,visto che lui ed il gruppetto dei suoi amici si comportano in maniera indecente.Ma il punto non è questo.Voglio dire che è inutile che ogni volta che succede qualcosa si dice sempre “ma era un bravo ragazzo” etc. Se uno fa certe azioni non è che le fa perchè gli puntano una pistola addosso.è anche giusto che uno si assuma le proprie responsabilità.E una persona a vent’anni,a prescindere dalle posizioni politiche,dovrebbe avere la MATURITA’ di capire che certe azioni non vanno fatte,o come nel caso del ragazzo che conosci tu,agevolare.
    Ok non puntare il dito contro,ma è giusto anche non difendere sempre la gente davanti all’evidenza dei fatti.
    Ovviamente è un mio parere.

    Ciao a tutti

  7. Ciao ragazzi, scusate l’assenza degli ultimi giorni, ma ero in gita nella selvaggia Trinacria…
    Comunque, io ho diciassette anni e non andrei mai a bruciare nemmeno un formicaio, quindi se uno a vent’anni fa ancora “ragazzate” tipo dare fuoco alla casa di altre persone merita parecchi anni di rieducazione…
    non solo perché è fascista ma perché di certo non ha assoluto rispetto verso gli altri, non ha quella minima empatia che rende tale l’uomo. Anche il ragazzo che guidava, anche se non ha direttamente dato fuoco al campo, sapeva certo quello che andavano a fare i suoi amici: non gli chiedo il coraggio di andare da loro e dirgli che sbagliano (certo sono tutti armati di coltelli fino al buco del culo) ma almeno quello di non partecipare alla cosa…
    Solo un ultimo commento: i media, se già fino a poco tempo fa erano terribilmente inaffidabili riguardo sia alle notizie date (poche) sia riguardo a quelle non date (la maggiorparte), sono in questi giorni davvero vergognosi…
    Ciao ci vediamo all’assemblea a Lecco
    Compagno Sel

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...