ASSESSORE FORTINO DIMETTITI!!!

Angela Fortino è l’assessore alle politche sociali del comune di Lecco; pochi giorni fa si è pubblicamente indignata sulla stampa per questoo fatto:

“Da mamma ha protestato pubblicamente per il fatto che nei jeans da lei regalati al figlio diciannovenne per Natale fossero stati inseriti dei profilattici, senza che ne fosse informata. E ha altrettanto pubblicamente rivendicato il diritto delle famiglie a educare i figli seguendo principi e valori determinati in base a un proprio progetto di vita”

Le parole della Fortino sono realmente preoccupanti, nel momento in cui lei assume un assessorato, diventa rappresentante di tutti i cittadini; assumendo quell’incarico una persona dovrebbe spogliarsi delle sue idee, ma specialmente dei suoi pregiudizi, deve essere laica, uno del popolo, e quindi deve guardare a tutto il popolo, alla gente con tutte le sue sfaccettature e le sue diversità.

Ma le parole della Fortino non ci stupiscono, rappresentasno un grande movimento rezionario e conservatore che, partendo dal Papa e tutta la gerarchia ecclesiastica, cerca di imporre a tutta la collettività una visione integralista e anacronistica della sessualità; queste persone vogliono far credere che il modo migliore per combattere Hiv e gravidanze giovanili siano le dottrine e l’astinenza (quest’ultima una scelta legittima e rispettabilissima se personale, ma suicida e senza senso se proposta in ambienti scolastici). Attuali le dichiarazioni del Papa che dice che per debellare il virus dell’Aids in Africa non occorre far utilizzare il profilattico, ma insegnare loro la castità e la purezza!!!

Queste persone, questi movimenti (gli stessi che si sono così indignati per la questione “Sapienza”) rappresentano un ostacolo allo sviluppo e alla modernità della nazione, sono un freno per far si che anche il nostro paese possa essere pari agli altri.

La visione conservatrice di gran parte della popolazione ha fatto si che in Italia non vi sia ancora una legge a tutela delle coppie di fatto (etero e omosessuali), ha fatto si che non vi sia ancora una reale tutela contro discriminazioni sessuali e di genere, ha fatto si che, contro le overdosi e l’Aids, non vi siano stanze del buco dove i tossico-dipendenti potrebbero assumere sostanze al sicuro, con una maggiore tutela da parte di operatori sociali…

Tornando alla Fortino, il suo integralismo mi lascia senza parole, lei poi che è iscritta in un partito che si definisce delle libertà..

D’altronde il nostro è un Paese in cui ancora parlare del virus Hiv è un tabù e nel quale continua ad esserci una pessima informazione sessuale nelle scuole (molte volte indesiderata dalle persone di cui prima stavo parlando), un Paese dove il maggior numero di donne che decidono di abortire sono ragazze giovani e immigrate, le prime, appunto, perchè vittime di una cattiva informazione, che le seconde non hanno minimamente.

Questo è sicuramente un argomento sul quale noi Giovani Comunisti dobbiamo farci sentire, per tutelare la laicità dello Stato e la libertà sessuale di ogni cittadino….

Ale

Annunci

4 thoughts on “ASSESSORE FORTINO DIMETTITI!!!

  1. pronto per organizzare il prossimo gazebo??? ora che abbiamo l’esperienza ci manca solo la perizia….
    tuttavia devo fare una precisazione su questo articolo, nn credo infatti che un eletto di uno schieramento politico una volta salito agli allori della politica debba dimenticarsi dei suoi ideali, o preconcetti, perchè gli elettori ben conoscevano la Fortino e nessuno li ha obbligati a votare una ciellina…
    piuttosto la lotta deve essere fatta nel campo dell’informazione e della libertà di espressione e di autodeterminazione…. e su questo argomento credo che dobbiamo muoverci, soprattutto sulla scorta di questa nuova ondata di clericalismo montante….

    hasta siempre!!!

  2. Cari giovani compagni/e,

    sono felice della buona riuscita dell’iniziativa.

    Vi ricordo che anche a lecco esistono spazi per poter fare attività sociale, politica, culturale…magari già attrezzati. Bisogna saperli riconoscere.

    Ad esempio ci sono i circoli ARCI. Uno in particolare: lo scighezz. La cosa non è semplice, ve lo dico senza nascondervi nulla. Ma provare a fare un ragionamento non sarebbe male. Chiaramente non sarete soli, nel senso che ci sono altri gruppi che potrebbero agire con voi/noi.

    Fatemi sapere. inoltre vi aspetto domani sera alla Locomotiva, la cosa ha assunto un aspetto differente dal “solo” Venezuela:

    Carei compagnei,

    Vista la situazione di emergenza e la coincidenza dell’incontro sul Venezuela, a seguito della crisi di governo, vi invito alla riunione di MERCOLEDì 23 ORE 21.00 PRESSO LA LOCOMOTIVA per parlare con CLAUDIO BELLOTTI del Comitato Politico Nazionale del PRC (minoranza Falce Martello).

    L’incontro è aperto a tutti i soci della locomotiva e agli interessati.

    LA serata proseguirà, se gli intervenuti lo riterranno opportuno, con la proiezione del filmato sul Venezuela.

    Un saluto,

    Davide.

  3. Riportiamo una perla di saggezza dell’assessore ai servizi alla persona del Comune di Lecco Angela Fortino, rilasciata in un intervista alla Gazzetta di Lecco sabato 4 gennaio.

    Domanda: E che risponde agli interventi di alcuni rappresentanti di associazioni omosessuali, su tutte “Renzo e Lucio”, che invece plaudono alla trovata dei preservativi come arma efficace per contrastare l’Aids?

    Risposta dell’Assessore Fortino : “Per carità, rispetto tutti, ma spero di non avere nulla da imparare da loro. Il fatto che si mettano a sbandierare ai quattro venti tendenze sessuali innaturali, perché Dio ha creato l’uomo e la donna, facendole invece passare come normali, lo confesso mi disturba un pò”

    RENZO E LUCIO: LETTERA APERTA ALL’ASSESSORE ANGELA FORTINO
    LECCO

    Egregio Assessore

    le scriviamo in merito alle sue affermazioni a proposito del famoso regalo di Natale ricevuto da suo figlio in un paio di jeans 8alcuni preservativi, ndr), affermazioni che chiamano in causa non solo il tema della prevenzione verso HIV ma anche e direttamente la nostra associazione. Innanzitutto Renzo e Lucio non è nato per “sbandiera ai quattro venti tendenze sessuali innaturali” (come lei dice), è invece un gruppo di persone che intende promuovere e difendere i diritti di tutti, indipendentemente dalla loro realtà sessuale. La sessualità non la si definisce per “tendenza”, questo è un termine negativo e volutamente denigratorio, ma per diverso orientamento sessuale, e nel nostro gruppo ci sono persone che non sbandierano nulla ma solo difendono la loro dignità ed i loro diritti. Potrebbe esserle utile sapere che in Renzo e Lucio ci sono anche persone eterosessuali accomunate dall’ideale di laicità e dall’idea che i diversi orientamenti sessuali e di genere di una persona riguardano la sua sfera privata e non devono essere pregiudiziali all’accesso dei diritti che spettano ad ogni cittadino come per altro l’Art.3 della nostra Costituzione ben afferma.Per quanto riguarda il termine “innaturale” che lei utilizza nel definire il nostro orientamento sessuale, vorremmo aiutarla a capire quanto esso sia improprio e manifestatamene pregiudiziale. Banale parrebbe ricordare come il concetto di natura varia con il variare dei tempi e dei luoghi e che c’è sempre una cultura che decide che cosa sia più o meno “naturale”. Ma se questa posizione non è da lei condivisa dovrebbe almeno considerare che quello che lei chiama “naturale”, per poter essere un minimo scientifico, dovrebbe almeno derivare dall’osservazione della natura stessa. Ebbene proprio dalla natura possiamo apprendere quanto l’atto omosessuale sia “naturale”, Bruce Bagemihl in una sua ricerca ha documentato circa 450 specie tra insetti, uccelli e mammiferi che hanno naturalmente comportamenti omosessuali. Probabilmente le sue affermazioni partono da un concetto di natura creazionista e, quindi caro assessore, se la natura è stata creata ed in essa esiste l’omosessualità cosa c’è di tanto innaturale in essa? Probabilmente il suo concetto di natura si confonde con il suo punto di vista di credente e tende a considerare non naturale quello che non è consono ad una visione religiosa o teologica della realtà. Per esso noi nutriamo sicuramente rispetto ma non possiamo accettare che questa visione venga imposta a tutti. Anzi per essere più chiari, ed utilizzando le stesse parole che lei ha usato contro chi ha inserito una scatola di profilattici in un paio di pantaloni “non ci piace questa prepotenza imperante nel voler imporre stili di vita omologati.” Infine, spettabile Assessore, ci permettiamo di ricordarle che Lei ricopre una carica istituzionale e chi si occupa della res pubblica deve rappresentare, rispettare tutti i cittadini ed operare per contrastare pregiudizi e stereotipi. Inoltre la sua delega alle Politiche sociali le imporrebbe, a prescindare dalle sue convinzioni personali, un approccio sicuramente più scientifico rispetto le politiche rivolte a prevenire la diffusione dell’AIDS anche nella sua città. Che lo voglia o no deve prendere atto che facciamo parte della realtà e abbiamo diritto al rispetto in quanto persone. Se accettare questo le costasse troppo o (come dice lei) “la disturba”, forse questo è un segnale “naturale” che le fa capire che è nel posto sbagliato e forse potrebbe lasciare ad altri una mansione che non Le si addice.

    RENZO E LUCIO

  4. Caro Davide,
    sapevo già ci fosse qualcheione di lavorare sull’arci scighezz di Lecco e penso che potremmo provare a ragionarci insieme su questo progetto, perchè potrebbe essere interessante; credo che anche gli altri gc siano d’accordo…
    a presto allora…
    ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...