il ritorno degli sceriffi

No, la tolleranza non ha limiti! Ma non lo dico io, lo dice l’umanità con la sua Storia, la sua Filosofia, il suo Amore eterno, almeno finché ci sarà vita umana in questo universo…

La tolleranza non ha limiti perché saper risolvere un problema insieme è sempre molto meglio che risolverlo unilateralmente, con violenza, prepotenza, senza guardare in faccia e negli occhi l’altro, il diverso o lo svantaggiato…

La tolleranza non ha limiti perché siamo tutti persone, esseri umani legati da vincoli morali quali l’amore, la solidarietà, la comprensione e l’altruismo, e non c’è bisogno né di religione né di filosofia, ma di semplicità e onestà, e perché no, anche un briciolo di fanciullesca razionalità…

La tolleranza non ha limiti perché non ha limiti la nostra capacità di accogliere l’altro, con tutti i suoi problemi e le sue difficoltà, perché siamo uguali di fronte al medesimo destino che la vita pone davanti ai nostri passi ogni giorno…

La tolleranza non ha limiti perché è una virtù e non un vizio, è un pregio e non un difetto, perché “ad Atene facciamo così” dice Pericle: accogliamo tutti, amici e nemici, è questa la libertà, è questa la democrazia…

La tolleranza non ha limiti perché siamo cittadini del Mondo, e che senso hanno i confini? Perché la Terra è una sola, indivisibile per giunta, solo la Natura può permettersi il lusso di stabilire un qui e un là…

La tolleranza non ha limiti perché ogni uomo deve essere ritenuto innocente fino a quando non viene comprovata la sua colpevolezza, perché il diritto alla serenità è di tutti, buoni e cattivi, e non solo di alcuni, perché pagare per delle colpe altrui non può essere ritenuto giusto da nessuna legge degli uomini…

La tolleranza non ha limiti perché per giungere a tale affermazione sono morte molte persone, tanti uomini del passato hanno duramente combattuto per insegnare che “chi ha due mantelli ne dia uno” e che se non capiamo le esigenze dell’altro è solo perché abbiamo paura di lui…

La tolleranza non ha limiti perché le responsabilità di un delitto, dal più semplice e inoffensivo al più grave e dannoso, sono personali e non collettive, se è necessario pagare per un crimine commesso allora che paghi il solo responsabile e non anche i suoi consimili per etnia, sesso, razza, religione o fede politica…

La tolleranza non ha limiti perché non si possono dare limiti al Bene, si possono invece circoscrivere i limiti del Male, ma nessuno di noi può permettersi di farlo, siamo tutti uguali, forse chi più bravo, intelligente, simpatico e chi meno, ma abbiamo il sacro dovere di aiutarci, di darci una mano l’un l’altro, fosse anche il più abietto degli esseri viventi…

Ecco perché io non tollero gli ignoranti a causa della loro propria libera scelta, i prepotenti perché è loro passione fare violenza, i presuntuosi per i pregiudizi infondati che possiedono e che pretendono di dimostrare veri, i conservatori che si oppongono alla novità perché è diversa, semplicemente diversa da ciò che c’era prima, tutti coloro che non riescono ad accettare il grande dono che è la vita terrena, e lo ritengono un oggetto di cui poter disporre, perché non hanno compreso che siamo tutti dei miseri punti, e un punto non ha proprietà se non che essere principio di qualcosa di più grande, un figura più o meno geometrica che è l’umanità, tutta e intera, fatta di sfumature tutte da comprendere e accettare, o se vogliamo, almeno da tollerare…

Non sono religioso, tutt’altro, sarò forse un utopista…

Nebu

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...