Contro qualsiasi forma di fascismo, ANTIFASCISTI PER SEMPRE!!

E’ sempre più frequente leggere ovunque scritte filo-pseudo fasciste..con migliaia di vincere e vinceremo per la strada, su internet e quant’altro..Quanti ragazzini poi con maglie o simboli legati a quel triste periodo?Per non dire di chi sta cercando di reintrodurre nel nostro paese un clima revisionista, con centinaia di libri e puntate di trasmissioni su Mussolini e diversi rappresentanti politici che lo ricordano come un grande statista..Ma ci rendiamo conto di cos’ è stato il fascismo??
Penso sarete concordi con me nel condannare qualsiasi forma di intolleranza e discriminazione…qualsiasi forma di sfruttamento e ingiustizia che per anni questo male ha causato!!
Mi spiace contraddire chi cerca di creare questa nuova aria revisionista, che tende a farci dimenticare la barbarie nazi-fasciste, con la popolazione che, durante il ventennio, ha dovuto resistere e lottare contro una dittatura sanguinaria…

Bisognerebbe ricordare come Mussolini abbia mantenuto il potere solo grazie all’appoggio dei poteri forti, che lo hanno sempre tutelato, fino al 1943.Infatti, durante la “famosa” marcia su Roma, occorrerebbe sapere che, mentre i suoi uomini “duri e puri” erano nella capitale, Mussolini era a Milano, attento a avere il consenso della grande impresa prima di attuare il colpo di stato.
Non a caso dall’inizio alla fine della sua dittatura Mussolini ha privilegiato, con la sua politica, le classi più ricche, i padroni, le banche e il Re: dal primo periodo in cui decise di attuare una politica liberista con l’abolizione delle tasse sulle azioni, sulle successioni e quant’ altro, Mussolini, quando svoltò in una politica autarchica, continuò nel tutelare solo i ceti più abbienti; egli costrinse il popolo italiano a soffrire la fame e la miseria; questi grandi sacrifici culminarono nel 1943 con importanti scioperi nelle fabbriche del Nord, repressi con migliaia di arresti e di deportazioni nei campi di sterminio tedeschi.
Che dire poi delle leggi razziali, non fatte su pressione di Hitler, ma emanate perchè in Italia, in quel periodo, si cercava di sostenere, anche tramite leggi, come esistessero razze superiori ad altre?
Oltre alle leggi contro gli Ebrei, infatti, l’esercito fascista commise anche massacri in Africa contro popolazioni inermi in Somalia, Eritrea ed Etiopia, sempre secondo la teoria di colpire razze inferiori, indegne.

Questi discorsi possono sembrare anacronistici ed irrilevanti, ma sinceramente credo che sia molto importante, mai come adesso, battersi contro chi cerca di farci dimenticare ciò che realmente il fascismo è stato; è fondamentale sapere ciò che ci ha preceduto per sdegnarci con forza quando un parlamentare, perfino degli ex Ds come Violante, parifica i morti partigiani con quelli dei repubblichini, rendendo la stessa cosa il sacrificio di persone che combatterono per la libertà, e quello di altre che uccisero, insieme ai tedeschi, migliaia di persone inermi per imporre il nazi-fascismo in Italia.Ricordare quelle drammatiche vicende è utile quando vediamo attorno a noi gruppi di giovani neo-nazisti che hanno sempre più seguito, specialmente nelle periferie degradate delle nostre città.Di fronte a questo fenomeno, però, non si può considerare quei giovani solo come incoscienti ed ignoranti, ma la Sinistra ha il compito di interrogarsi sulla questione; occorre mostrare la nostra presenza nelle zone più povere e non considerate, per mostrare alla gente come non sia la violenza e la lotta fra poveri il modo di risolvere i problemi.Importante è cercare di risolvere i problemi sociali presenti nelle città, nelle periferie, dove persone non hanno casa o luce e vivono in pessime condizioni.

Riassumendo si può sostenere che contro chi crede nell’uso della forza e della violenza, contro chi attacca gli ultimi e i diversi, non deve esserci disimpegno e qualunquismo.
Occorre essere informati, sapere che in questi ultimi mesi diversi sono stati i pestaggi e azioni violente attuate da squadre neo-fasciste; purtroppo i giornali tendono sempre a non considerare questi eventi, tocca perciò a noi continuare una forte ed efficace campagna d’informazione che non faccia sottovalutare questo fenomeno sempre più emergente e che permetta ad alcuni giovani di sapere realmente di cosa parlano quando esaltano il ventennio fascista…

Concluderei con una citazione di Gramsci che sosteneva: “La scuola insegna, ma non ha scolari”…per me è una frase azzeccatissima…

Ale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...